Matrioška #10: La Fucina del Pensiero

di Chiara Fiorini in Arte, Artigianato, Cultura, Design
15 dicembre 2016
Chiara Fiorini

Il 16 e 17 dicembre ritorna a Matrioška La Fucina del Pensiero, lo spazio di incontro e dialogo tra designer e visionari a cura dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Rimini. Ad ospitare i tre appuntamenti di questa edizione, che valgono come eventi formativi per gli architetti, la sala circolare del secondo piano dell’Ala Moderna del Museo della Città, sede di Matrioška #10.

Venerdì 16 dicembre alle ore 18 nell’incontro “Disegnare oggetti” interverranno i designers Gabriele Rigamonti, Carla Scorda e Vittorio Turla, fondatori di Studiocharlie. Fulcro dell’incontro sarà il percorso creativo, analizzato nelle sue fasi diverse, dall’ideazione fino al racconto del progetto all’azienda produttrice.

Sabato 17 dicembre alle ore 14.30 Matrioska Lab Store ospiterà, in collaborazione con Il Palloncino Rosso e Art.9, l’architetto e docente Roberto Tognetti.  Al centro dell’incontro, dal titolo “Riutilizzasi- L’architettura dei sogni”, sarà il tema della riqualificazione urbana e la restituzione degli spazi cittadini alla comunità. Le sfide poste da questo obiettivo sono condivise da Matrioska Lab Store, che ha fatto della rigenerazione degli spazi abbandonati, un suo tratto distintivo, trasformando luoghi dimenticati in contenitori di creatività.

Sabato 17 alle ore 18 Matrioska #10 saranno protagonisti Diego Grandi e Giacomo Nanni, rispettivamente designer e illustratore, che intrecceranno le loro competenze nell’incontro “Il design illustrato”. Questa collaborazione riprende e riattualizza quell’idea di commistione tra le diverse discipline, un approccio che in passato già era stato utilizzato in alcuni esempi noti quali la collaborazione tra Osvaldo Cavandoli e Lagostina, Pino Pascali e Algida. Una modalità diversa per raccontare un oggetto restituendone un’anima.

I PROTAGONISTI:

Studiocharlie è stato fondato nel 2002 da Gabriele Rigamonti, Carla Scorda e Vittorio Turla. Ha ricevuto nel 2004 la Menzione d’Onore al XX Compasso d’Oro ADI con il carattere tipografico Csuni. Nel corso degli anni collabora con il Lanificio Leo, Boffi e Bonacina 1889, disegnando oggetti che sorprendono per la loro essenzialità.

Roberto Tognetti, architetto e docente, si occupa prevalentemente di sviluppo locale attraverso l’ideazione e la conduzione di progetti e piani di azione in svariati territori italiani ed europei. È coordinatore nazionale di #iperpiano e co-autore del libro “Riusiamo l’Italia. Da spazi vuoti a start up culturali e sociali”.

Diego Grandi vive e lavora a Milano dove nel 2002 fonda DGO_Diego Grandi Office, studio di progettazione che si occupa di product, interior e design consultancy. Affianca all’attività di progettista quella di docente. Nel 2016 i progetti Closer e Type 32 si aggiudicano la Menzione d’Onore al XXIV premio Compasso d’Oro.

Giacomo Nanni è nato in Italia, a Rimini. Dopo aver studiato il cartone animato presso La Scuola del Libro di Urbino, ha pubblicato nel 1996 sulla rivista Mano “Sei disegni per la corsa Garabagne Grande” di Henri Michaux. Premiato al Lucca Film Festival e al Comicon di Napoli, ha all’attivo diverse pubblicazioni e lavora come illustratore per riviste come Marie Claire, XXI – vingtetun, e Alternatives.

(Maria Anna Chiapello)