Dieci buone ragioni per partecipare agli eventi dedicati all’artigianato

di Chiara Fiorini in Artigianato, Cultura
28 gennaio 2017
Chiara Fiorini

C’è chi li definisce semplici mercatini, ma gli eventi dedicati all’artigianato sono una tendenza in crescita in ambito artistico, oltre ad essere risorse essenziali anche dal punto di vista economico.

Ciò che distingue i cosiddetti craft events è in primis la loro natura di vere e proprie exhibitions, in cui l’artigianato viene presentato in relazione al designer che lo ha creato, all’allestimento e alla location, oltre alla natura interdisciplinare di questi eventi, aperti all’apprendimento e alla condivisione di conoscenza.

Matrioska LabStore, dal 2011, abbraccia questo format e celebra la natura artistica di nuovi designer, artigiani e creativi provenienti da tutto il territorio nazionale.

Ecco dieci buone ragioni per partecipare agli eventi di artigianato artistico:

Uno: Generare valore

Per i maker che desiderano farsi spazio nell’ambito dell’artigianato artistico e del design, gli eventi dedicati sono spazi di condivisione e conoscenza, per farsi conoscere da nuovi potenziali clienti e per potenziare la brand image del proprio marchio.

Due: Valorizzare i processi creativi

Gli eventi dedicati all’artigianato danno la possibilità ai maker di raccontare e mostrare ai visitatori i processi creativi che stanno dietro ai loro prodotti, con dimostrazioni in diretta o attraverso il racconto.

Tre: Spettacolarizzazione 

La location, gli allestimenti e l’atmosfera che si respira in alcuni eventi contribuisce alla spettacolarizzazione dell’artefatto e delle pratiche artigianali.

Quattro: Interdisciplinarità

Gli eventi dedicati all’artigianato creativo si caratterizzano per l’interdisciplinarità, per la convivenza di diverse discipline artistiche e di disparate categorie merceologiche all’interno dell’evento.

Cinque: Integrazione alla comunicazione online

Partecipare ad eventi di settore aiuta anche gli artigiani più digitalizzati a sostenere le attività di comunicazione online con la presenza in eventi fisici, che permettono ai pubblici di vedere dal vivo le loro creazioni, di percepirne le caratteristiche e le qualità profonde.

Sei: Apprendimento

Workshop, conferenze, mostre d’arte sono parte integrante degli eventi di artigianato artistico. Questo offre al pubblico la possibilità di innescare processi di apprendimento e sensibilizzazione verso l’artigianato. I creativi stessi partecipano a processi di apprendimento durante gli eventi, confrontandosi con altre realtà imprenditoriali e con i clienti.

Sette: Accedere a pubblici in target

Chi partecipa all’evento è nella maggior parte dei casi un visitatore consapevole, alla ricerca di un prodotto artigianale unico nel suo genere, in ogni caso guidato da passione o interesse nell’ambito dei prodotti handmade.

Otto: Contribuire all’economia delle esperienze

Partecipare a un evento genera esperienze di consumo uniche, in cui l’intrattenimento e la partecipazione sono tratti fondamentali del processo di acquisto.

Nove: Valorizzare luoghi 

I craft events sempre più spesso valorizzano in primis location particolari, che vengono talvolta riqualificate, ma anche le città stesse, offrendo occasioni di intrattenimento e di valore artistico-culturale.

Dieci: Contribuire al turismo creativo

Gli eventi dedicati all’artigianato e alla creatività sono una fonte di valore economico, perché contribuiscono a creare flussi turistici. Il turismo creativo e l’event tourism sono infatti una tendenza in crescita nell’ambito del turismo, in cui i flussi sono guidati dalla volontà dei viaggiatori di spostarsi per partecipare a specifiche manifestazioni e festival.

Ph. Lara Giorgetti Fotografie