Eco-Design: tutto quello che c’è da scoprire!

di Chiara Fiorini in Cultura, Design
16 maggio 2016
Chiara Fiorini

“I designer possono contribuire a rallentare il degrado dell’ambiente più degli economisti, dei politici, delle imprese e anche degli ambientalisti.”

La celebre frase di Alastair Fuad-Luke, autore dei libri Design Activism e The Design Handbook é diventata un motto per l’eco-design, pratica e tendenza sempre più diffusa tra i designer.

Ma cosa si intende per eco-design? 

L’eco-design si riferisce ad una progettazione che tiene conto del rispetto per l’ambiente nelle varie fasi di cui si compone, dalla scelta dei materiali ai processi produttivi, al fine di non impattare negativamente sull’ambiente.

L’eco-design trova spazio in tantissimi ambiti: dal design del prodotto all’architettura, dal design urbano al fashion design.

L’eco-design é una filosofia, una tecnica di progettazione e può anche essere considerata una forma d’arte, specie legata alla pratica del riciclo.

C’è tutto un universo di corsi di studio, concorsi e portali di shopping dedicati ai prodotti dell’eco-design, grazie ai quali anche il consumatore può entrare a far parte di questa filosofia e chiunque nutra un interesse per il design sostenibile può specializzarsi in questo ambito.

Tra le manifestazioni dedicate all’eco-design spicca l’Eco-chic Design Award, competizione internazionale dedicata al fashion eco-design, in cui i partecipanti sono chiamati a realizzare abiti in linea con il principio dello zero-waste design technique, che tende ad eliminare gli sprechi di materiali attraverso il recupero dei tessuti scartati nelle fasi di selezione per dar loro nuova vita in abiti di alta qualità.

Ricca è anche l’offerta formativa rivolta a chi desidera specializzarsi in eco-design, grazie ai Master in Eco-design & Eco-innovazione proposti dalle università italiane ed internazionali, come quello offerto dall’università di Camerino, ad Ascoli Piceno.

Tantissime sono anche le possibilità di entrare in contatto con l’eco-design per il consumatore, attraverso portali di shopping online e offline dedicati ai prodotti di design eco-sostenibile, come il MED (Mercato Eco Design), il primo negozio di eco-design in Sardegna, rivolto all’esposizione e alla vendita di questa tipologia di prodotti.

Se anche voi desiderate approcciarvi al panorama del design eco-sostenibile, ecco cinque regole d’oro da tenere presenti nella realizzazione di un progetto di eco-design:

  1. Attenzione alla scelta dei materiali, devono essere riciclati o riciclabili;
  2. Attenzione alle tecniche scelte per la produzione, devono unire rispetto per l’ambiente e design per la creazione di prodotti di valore;
  3. Attenzione al processo produttivo, deve tenere conto del risparmio energetico o dell’uso di energie alternative;
  4. Attenzione alla qualità del prodotto, un prodotto di alta qualità e resistenza riduce sprechi futuri;
  5. Attenzione alla fase di consumo, anche questa rientra nel ciclo dell’eco-design, per cui realizzare prodotti che prevedano un riciclo o un utilizzo dopo il loro uso è un valore aggiunto per il progetto di eco-design.

 

 

 

Tags: design, ecodesign,