Milano Design Week: consigli per l’uso

di Roberto Biondi in Cultura, Design
Milano Design Week: consigli per l'uso | Matrioska Magazine
28 febbraio 2016
Roberto Biondi

Dal 12 al 17 Aprile 2016 si terrà a Milano la 55 edizione Salone del Mobile, la più importante rassegna internazionale dedicata all’arredo.

Mentre i big dell’arredamento, made in Italy e non, riempiono i padiglioni della fiera di Rhò, lo sguardo di tutti è rivolto alle strade di Milano dove, negli stessi giorni, prende vita il Fuori Salone, diventato il più importante evento legato al mondo del design su scala internazionale.

Il Fuori Salone, con oltre 400 mila visitatori – tra i quali lo sappiamo ci sarete anche voi – e più di 1200 eventi, fa di Milano la capitale del design mondiale e Matrioška Magazine non può esimersi dal raccontarlo.

Il Fuori Salone non ha un’organizzazione centrale; è nato spontaneamente nei primi anni ’80 dalla volontà di alcune aziende che sentirono la necessità di uscire dagli schemi di un’esposizione fieristica tradizionale.

Gli occhi degli addetti ai lavori saranno tutti puntati su Milano, ma per i giovani designer e i piccoli artigiani paladini del fatto a mano può essere molto difficile (e costoso) mettersi in mostra.

Alcuni degli artefici di Matrioška LabStore già partecipano al Fuorisalone, ma per chi non ha ancora fatto il grande salto consigliamo di approdare a Milano dopo un po’ di esperienza e con un brand strutturato, per non vanificare l’investimento e soprattutto per non risultare una “meteora”.

Se una buona comunicazione e l’individuazione della zona giusta nella quale esporre – oltre alle rinomate zona Tortona, zona Brera e zona Ventura-Lambrate ne sono nate altre negli ultimi tempi – sono sicuramente importanti, i nostri amici di Fuorisalone.it, la guida migliore per muoversi a Milano in quei giorni, sottolineano l’importanza di avere un contenuto di qualità da esporre e comunicare.

Un evento di questo tipo, se da una parte assorbe molte energie e risorse, dall’altra può cambiare la vita a designer e artigiani emergenti.

Per chi si sente pronto qualche consiglio.

  • Brand e Prodotto
    Sei bravo? Sicuramente, ma a Milano ci saranno i migliori.
    Verifica prima la validità del tuo progetto in eventi espositivi locali e meno onerosi e visita il FuoriSalone da spettatore per constatare il livello di professionalità di chi potrebbe domani esporti vicino.
  • Sei un designer?
    Non basta portarsi dietro un prototipo. Servono studi di fattibilità e verifiche sulla sostenibilità del tuo progetto da decantare alle aziende interessate.
  • Sei un artigiano?
    Hai pensato a come strutturare la tua produzione per un cambio di marcia? Se vuoi diventare grande devi essere pronto a farlo.
  • Comunicazione
    Anche il miglior contenuto senza una buona comunicazione difficilmente emerge. Investi coinvolgendo nel tuo progetto uno studio di comunicazione. L’immagine conta e non può più essere trascurata, dal logo al packaging, dal sito internet ai social network.
  • Location
    Se sei una piccola realtà possono essere diverse le esposizioni collettive nelle quali condividere uno spazio, ma le zone di Milano non sono tutte uguali:

    • Brera Design District resta la zona più elegante, ma anche quella più formale (ideale per brand strutturati che strizzano l’occhio a target elevati e più classici).
    • Zona Tortona pur avendo perso un po’ dell’originale freschezza è sicuramente ancora la più frequentata (adatta a chi va a Milano non solo per mettersi in mostra, ma anche per vendere i propri prodotti).
    • Ventura-Lambrate sempre più visitata, può essere un valido punto di partenza sia per designer che artigiani emergenti, ma non tutti gli spazi espositivi sono validi, specialmente quelli più periferici.

In bocca al lupo e raccontaci la tua prima volta al FuoriSalone a magazine@matrioskalabstore.it