Calzature e artigianato: Monica Para racconta il suo progetto a Matrioška

di Chiara Fiorini in Artigianato, Design, Moda
Calzature e artigianato: Monica Para racconta il suo progetto a Matrioška
30 marzo 2016
Chiara Fiorini

La calzatura è uno dei prodotti dell’artigianato che da sempre si è messa in luce tra le eccellenze italiane.  Talvolta la sapienza artigiana è stata trasformata in marchi di successo del Made in Italy proprio come nel caso di Monica Para, designer italiana della calzatura, che con il marchio Monica Para ha ideato una collezione di scarpe femminili portata anche a Matrioška.

Insieme a Monica abbiamo cercato di capire come nasce una calzatura artigianale e quali sono le caratteristiche del brand Monica Para che danno vita al suo “sogno nel cassetto”.

Alla nostra domanda su come nasca una collezione, Monica ci spiega come nel mondo dell’artigianato il focus si sposti su modelli, colori, materiali e sperimentazioni sul personalizzato. Non si parla tanto di collezioni quanto di ricerca e modifica secondo l’immaginazione e le esigenze delle clienti.

Abbiamo chiesto a Monica quando abbia iniziato a lavorare al suo brand e quali siano le caratteristiche della sua linea di calzature con uno sguardo anche sulle novità 2016.

Ho iniziato a lavorare al progetto circa 10 anni fa, quando la linea nasce e viene commercializzata prima in Italia poi all’estero. Anche se il mio approccio con il mondo della calzatura inizia molto prima, precisamente nel 1984, quando inizio a lavorare in collaborazione con il calzaturificio Vicini. Le collaborazioni con brand italiani ed esteri continuano fino ad arrivare a quella con Stuart Weitzman, tutt’ora in atto. Ma la voglia di dar vita al mio progetto si manifesta e culmina con l’apertura nel 2013 di uno spazio dedicato alla personalizzazione e customizzazione delle scarpe: il mio “sogno nel cassetto”.

Come risponde Monica Para con le sue calzature alle nuove tendenze in atto?

La linea Monica Para è un continuo work in progress, dove le linee “pulite” dei modelli incontrano le ispirazioni sempre nuove che vengono dall’abbinamento di materiali e colori.

Ogni modello può essere ideato scegliendo i materiali e i colori proposti in collezione, io propongo i modelli, ma è la cliente a personalizzare la calzatura con il suo gusto e stile.

Propongo modelli in cui le misure vanno dal 34.5 al 41.5, per il resto ogni scarpa può essere modificata in base alle esigenze della cliente, con un effetto unico e personalizzato.

La personalizzazione è una delle caratteristiche fondamentali nel mio progetto insieme alla collaborazione con artigiani locali, che dà vita alle mie creazioni.

Monica continua a lavorare alla linea Monica Para che espone direttamente a Rimini, in uno spazio dedicato presso Galleria Gorza, un punto vendita che ha chiamato Spot Design Space e che è simbolo di un sogno artigianale diventato realtà, con un arredamento improntato sui cassetti come motivo conduttore.

Le novità 2016 vedono la sposa come protagonista e come simbolo delle nuove proposte Monica Para sul personalizzato e sulla cerimonia.