La fucina
4397
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-4397,bridge-core-1.0.5,cookies-not-set,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-18.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.2,vc_responsive

La fucina

Pronta a forgiare idee La fucina del pensiero nasce dalla collaborazione tra Matrioska e l’Ordine degli Architetti di Rimini e ha come principale obiettivo quello di captare e quindi invitare designer e creativi affermati a raccontare la concretizzazione del loro saper fare.

Tra gli ospiti alcuni maestri della creatività, già vincitori del Compasso d’Oro, il premio Oscar del design, come Giulio Iacchetti o Matteo Ragni, oppure professori universitari come Davide e Gabriele Adriano del Politecnico di Torino, e altri esponenti di successo dell’italianità come Marco Morosini, prima art director per Ferrari e poi fondatore di Brandina, la linea di borse realizzate con il tessuto dei lettini da mare.

La Commissione cultura degli architetti della provincia di Rimini ha portato alla Fucina del pensiero di Matrioska #15 lo Studio Gardini Gibertini Architetti e la professoressa Ines Tolic, che ha presentato il suo “Il negozio all’italiana”.

GGA gardini gibertini architetti
A raccontarsi è stato GGA, lo studio di architettura guidato da Alice Gardini e Nicola Gibertini che si occupa del progetto alle differenti scale: dallo spazio pubblico alla residenza, dal progetto d’interno al design del prodotto.

INES TOLIC: IL NEGOZIO ALL’ITALIANA
Ines Tolic ha illustrato il suo studio per comprendere il ruolo culturale del negozio, inteso come medium fra il mondo di chi produce e quello di chi consuma, fra la dimensione privata e la scena pubblica, fra la casa e la città

Ruota il telefono per ingrandire